RICORDIAMO AI NOSTRI UTENTI DI VISIONARE LA COOKIE E LA PRIVACY POLICY - VUOI INSERIRE LE TUE FOTO DI RAGUSA? VISITA LA SEZIONE "RAGUSA A SCATTI"

Cosa fare per dimagrire

le fake news delle diete

In un'epoca come la nostra, che ci vede connessi per ore al giorno su Internet e sui social network, diventati ormai una fonte di rapida consultazione, le fake news - false informazioni, spesso contrastanti - invadono sempre più la nostra vita concentrandosi sulle questioni che ci stanno a cuore, come la salute, la politica e naturalmente il cibo! Soprattutto su questo ultimo punto, le notizie devianti e, speso anche pericolose, circolano alla velocità della luce e le diete self-made abbondano ormai ovunque.

Il mondo delle diete fai da te in Italia conosce un vero boom, visto che il 77% degli uomini e l'83% delle donne si vede sovrappeso e 1 su 3 vi ricorre per perdere peso.

Le statistiche indicano che circa il 50% delle persone con eccesso di peso ha fatto ricorso a prodotti e sistemi dimagranti che promettevano una perdita di peso senza il bisogno di mangiare di meno; allo stesso tempo il 90% di coloro che li hanno sperimentati li definisce inefficaci. Questi risultati sono chiari: siamo di fronte ad un inganno colossale che coinvolge quotidianamente milioni di persone e la loro salute.

Intraprendere una dieta richiede volontà e tanta pazienza. E piuttosto che seguire una dieta che preveda un dimagrimento lento nel tempo, spesso preferiamo le diete dimagranti veloci, quelle fai da te, ignorando del tutto, o quasi, i pericoli che corre il nostro organismo e più in generale la nostra salute.

Basta digitare su Google 'dieta fai da te' ed escono più di seicentomila risultati, con soluzioni che ti fanno scegliere quanti chili perdere a settimana e anche in che parte del corpo.

Ci sono miriadi di diete che promettono grandi risultati in pochi giorni.

Prima di iniziare a seguire un nuovo regime alimentare, presta molta attenzione alle false romesse. Non lasciarti convincere dalle diete monotematiche (ad esempio, dieta del minestrone, dieta del panino, dieta dell'ananas...) e dalle diete localizzate (ad esempio, dieta della pancia, dieta dei fianchi...) che sono sconsigliate, in quanto squilibrate e frustranti. Inoltre, ricorda che solo l'esercizio fisico può aiutarvi ad ottenere un risultato specifico sul corpo. Seguire "la dieta dell'amica" non ti permetterà di ottenere grandi risultati, in quanto le diete definite dal dietologo sono effettuata sulla base di un'analisi individuale, che spazia dal fabbisogno energetico al metabolismo, diverso da persona a persona.

No alle diete lampo e ai digiuni: se desideri ottenere risultati duraturi nel tempo il dimagrimento deve avvenire in modo graduale e in un lasso di tempo ragionevole.

Cerchiamo adesso di sfatare le bufale più "famose":

"Stare a digiuno aiuta a disintossicarsi". Non è vero. Gli enzimi preposti per l'eliminazione delle scorie agiscono solo con l'aiuto di alcune sostanze contenute negli alimenti, quindi se non mangiano non ci depuriamo. Inoltre, il corpo, non avendo a disposizione il carburante per poter funzionare diminuisce la velocità delle sue reazioni, rallentando il metabolismo e accumulando calorie.

"Bere acqua durante i pasti fa ingrassare". Non è vero. Bere 2-3 bicchieri d'acqua ad ogni pasto aiuta la digestione e accelera lo svuotamento dello stomaco. Bevuti prima di iniziare a mangiare smorzano la fame.

“Sono sovrappeso perché soffro di intolleranze: tutta colpa di alcuni cibi (in genere si incriminano glutine, lieviti, ma non solo), li ho eliminati e sono dimagrito. La ricerca scientifica ha confermato che non ci sono cibi che da soli possano causare un aumento di peso ma solo un’alimentazione ipercalorica. Se sei dimagrito eliminando un alimento è solo perché, eliminandolo, hai diminuito il tuo introito calorico!

“Cucino senza: senza grassi, senza sale, senza zucchero”. Eliminare del tutto alcuni nutrienti non è una scelta salutare! Abbiamo bisogno anche di grassi, zuccheri e sale. Bisogna bilanciare le giuste quantità, non eliminare! La cucina light potrebbe essere troppo povera di nutrienti o ancora troppo calorica rispetto alle nostre necessità. Infatti si definisce light un cibo che ha almeno il 30% delle calorie in meno alla media dei cibi dello stesso tipo. Light non vuol dire adeguato alle necessità nutrizionali dell’uomo di oggi.

“Mangio quanto voglio tanto poi vado in palestra e smaltisco”. Un’alimentazione grassa ed ipercalorica non porta solo chili in più, che possiamo smaltire con l’attività fisica, ma  una maggiore predisposizione a malattie cardiovascolari, ipertensione, diabete e tumori!

Per dimagrire non esistono scorciatoie: bisogna cambiare il proprio stile alimentare, partendo dalla preparazione degli alimenti e riducendo le entrate energetiche.

Per perdere peso non bisogna soffrire la fame: la dieta non deve essere un periodo di frustrazione e stress, ma un nuova impostazione del proprio regime alimentare. Solo questo ti permetterà di dimagrire in modo duraturo. Per raggiungere questo scopo affidati ad un dietologo professionista che redigerà una dieta personalizzata e ti seguirà passo dopo passo nel raggiungimento degli obiettivi concordati.

via Stiela, 1/b Ragusa

Recapito: 380.6807789

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

© 2015/2020 RagusaLife di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01691420887 - C.F. TRBSVT77L03H163D