RICORDIAMO AI NOSTRI UTENTI DI VISIONARE LA COOKIE E LA PRIVACY POLICY - VUOI INSERIRE LE TUE FOTO DI RAGUSA? VISITA LA SEZIONE "RAGUSA A SCATTI"

Dai il giusto Peso alla tua Salute!

Mangiare bene per sentirsi meglio ed essere più felici.

 

Perché è importante mangiare in modo sano?

Una dieta caratterizzata dall’assunzione bilanciata dei vari nutrienti è uno degli strumenti più efficaci per tutelare la salute e migliorare la qualità della vita. È stato ampiamente dimostrato che “la salute si costruisce a tavola” e che una corretta alimentazione consente al corpo umano di crescere e svilupparsi in condizioni ottimali durante l’infanzia, contribuisce al mantenimento del benessere psico-fisico in età adulta ed è un prezioso fattore di prevenzione contro malattie croniche quali diabete, malattie cardiovascolari, e alcuni tipi di cancro, tutte patologie che oggi rappresentano le principali cause di morte nei Paesi occidentali e che sono in continua crescita in tutto il mondo. Per questo motivo è importante imparare sin da giovanissimi ad impostare la propria dieta (intesa come insieme di alimenti da assumere abitualmente) in modo che risponda alle seguenti caratteristiche, sana, equilibrata, e varia, e che preveda l’introduzione di tutti i gruppi alimentari nelle giuste proporzioni.

È facile seguire un’alimentazione corretta?

Al contrario di quello che il pensiero comune ci porta a credere mangiare in modo sano è possibile! Basta, innanzitutto, scegliere i cibi giusti e il primo passo per farlo è quello di scrivere la lista degli alimenti da acquistare, dando immancabilmente la precedenza a verdura e frutta fresca di stagione,cereali integrali, frutta secca, legumi, pesce e carne, oltre a condimenti come l’olio extravergine d’oliva e vari aromi o spezie da utilizzare per insaporire le pietanze, limitando così l’uso del sale (preferibilmente integrale). Quindi per cambiare in meglio le proprie abitudini alimentari è fondamentale prediligere prodotti freschi e non lavorati industrialmente, alimenti naturalmente ricchi di carboidrati complessi (a basso indice glicemico), fibre, proteine,vitamine, minerali, acidi grassi polinsaturi, omega-3 e non cibi “senza” quanto appena elencato, spesso pubblicizzati come una vera fonte di benessere; tutto ciò, soprattutto, durante un percorso di dimagrimento.

A tal proposito, lo strumento migliore a disposizione per conoscere ciò che si consuma, oltre alla lista degli ingredienti posti in ordine decrescente di quantità, è l’etichetta nutrizionale. Essa riporta il contenuto energetico dell’alimento, la composizione in nutrienti quali proteine , grassi (di cui: saturi e insaturi), carboidrati (di cui zuccheri), fibra, vitamine e sali minerali. È importante imparare a leggere queste informazioni per fare una spesa consapevole e non scegliere istintivamente, come spesso purtroppo accade, prodotti che riportano la dicitura “senza grassi o senza glutine” ma che , ad esempio, contengono una quantità eccessiva di zuccheri. Tali indicazioni sono valide per bambini e adulti di tutte le età, ad eccezione di soggetti realmente intolleranti o portatori di specifiche patologie, che devono necessariamente escludere dalla loro alimentazione determinati nutrienti, cercando di seguire, in ogni caso, una dieta il più possibile bilanciata, preferibilmente elaborata da un professionista, per non andare incontro a carenze e squilibri nutrizionali.

Esistono alimenti pericolosi o miracolosi?

È importante sapere che ciascun alimento contiene una caratteristica varietà di macro e micronutrienti. Non esistono alimenti in grado di soddisfare, da soli, le esigenze di un’alimentazione equilibrata e allo stesso modo in grado di determinare, prevenire o curare specifiche condizioni patologiche. Pertanto l’unico modo per realizzare un’alimentazione ottimale è quello di ricorrere alla combinazione di alimenti diversi, ciascuno dei quali è in grado di apportare al nostro organismo specifici elementi nutritivi, senza trascurare l’importanza di uno stile di vita fisicamente attivo che includa una regolare attività fisica.
Un’abitudine sempre più diffusa è quella di compensare eventuali carenze nutrizionali tramite l’assunzione di integratori alimentari, apparentemente privi di controindicazioni.

Oggi è noto che qualunque sostanza, anche la più innocua, se assunta in modo scorretto ed inappropriato in realtà può esporre l’organismo al rischio di sovra-dosaggio. Un esempio sono gli effetti collaterali per eccesso di vitamine liposolubili (A, D, E, K). È stato anche dimostrato che l’assunzione di un determinato nutriente tramite integrazione non è sempre la scelta migliore,infatti nello specifico, si è visto che sembra apportare più benefici alla salute il consumo di pesce anziché l’esclusiva integrazione di omega-3; benché il meccanismo non sia ancora stato chiarito, è probabile che nel pesce ad essere veramente protettiva sia l’integrazione degli omega-3 con altri nutrienti in esso contenuti. Discutendo di effetti benefici o dannosi di un nutriente non si può fare a meno di considerare la variabilità individuale, infatti, recenti tecnologie di biologia molecolare hanno mostrato una correlazione tra cibo e DNA, constatando che persone diverse rispondono in modo altrettanto diverso ad alimenti uguali. Tali risultati ci proiettano sempre di più verso l’elaborazione di diete personalizzate che tengano conto delle caratteristiche del patrimonio genetico di ciascun individuo.


Dott.ssa Federica Lucifora

Se pensi che questo articolo possa essere utile ai tuoi amici, condividilo, grazie!

 

via Stiela, 1/b Ragusa

Recapito: 380.6807789

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2015/2020 RagusaLife di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01691420887 - C.F. TRBSVT77L03H163D