RICORDIAMO AI NOSTRI UTENTI DI VISIONARE LA COOKIE E LA PRIVACY POLICY - VUOI INSERIRE LE TUE FOTO DI RAGUSA? VISITA LA SEZIONE "RAGUSA A SCATTI"

Mobile nuovo da vecchi mobili

Cari amici, in questo primo video vi mostro una delle mie ultime costruzioni fatta interamente da materiale riciclato.

Innanzitutto, quando si tratta di costruire o inventare qualcosa, si inizia sempre da un piccolo schizzo, un progetto, che fungerà da immagine per la nostra realizzazione futura, una sorta di mappa di ciò che andremo a fare.

Per realizzare il mobile che vedete nell’ultima immagine ho avuto usato:

  • armadietto in legno da buttare
  • tavolo di legno da buttare
  • carta vetrata
  • vernice bianca per legno
  • colorante
  • seghetto elettrico
  • giravite a mano
  • giravite elettrico
  • nastro adesivo
  • pennelli
  • reggi mensole

1° Passaggio (PROGETTO E DEMOLIZIONE)

Bene, per prima cosa ho messo in funzione il mio seghetto elettrico e… SBAGLIATO! La cosa fondamentale in ogni creazione e avere le idee chiare e un progettino di partenza con delle misure ben dettagliate. Senza un progetto sarà difficile realizzare qualcosa di davvero buono.

E dunque, anche io ho creato prima il mio progetto su carta, ho messo le misure e tutto quello di cui avevo bisogno. Poi ho segnato le parti che dovevo tagliare dall'armadietto creando da quello un nuovo scheletro per il mobile e delle nuove ante; la stessa cosa ho fatto con il tavolo. Con le parti rimaste del tavolo ho creato le mensole. A questo punto abbiamo tutte le parti necessarie da carteggiare, dipingere e poi assemblare.

 

2° Passaggio (RICOSTRUZIONE)

In questa fase, avendo già demolito e tagliato tutti i pezzi adatti per l'assemblaggio del mobile, dopo aver carteggiato le parti necessarie (quelle in corrispondenza del taglio, praticamente), con l'aiuto del giravite elettrico e usando viti (preferibilmente recuperate dalla mobilia demolita), montiamo la struttura portante del mobile.

 

3° Passaggio (RIFINITURE)

Adesso abbiamo un mobile ma senza personalità. È arrivato, pertanto, il momento di prendere in mano pennello e vernice e metterci subito all'opera, per renderlo spettacolare; in questo caso ho deciso di utilizzare il bianco e il nero, creato dall'aggiunta di un colorante alla vernice bianca; così decido di dare alla struttura il colore più scuro, mentre alle mensole e alle ante un colore più chiaro.

 

4° Passaggio (PERSONALIZZAZIONE)

Ogni opera d'arte che si rispetti ha bisogno di una firma, per questo mobile ho deciso di apporla alle ante; infatti, ad ogni anta ho voluto attribuire un simbolo che mi rappresentasse: il martello, simbolo del lavoro manuale; la squadretta, simbolo della tecnica, della progettazione (non poteva mancare) del il mio corso di studi; ed infine il dado, che indica il divertimento con gli amici.

Anche voi su di esse potete rappresentare qualcosa che più vi piace... per rendere così il mobile ancor più unico e personalizzato.

 

5° Passaggio (RITOCCHI FINALI)

Per finire, montiamo il tutto. Per prima cosa montiamo dei reggi mensole (in questo caso bianchi), in maniera tale da poter mettere le nostre mensole già complete; montiamo le ante, sempre con l'utilizzo di cerniere già utilizzate nell'armadietto di prima; così possiamo dire finalmente che la nostra creazione è finita.

 

Come ogni mia opera, anche questa avrà un nome: VITA, perché "tutti meritano una seconda chance".

Ed eccoci alla fine di questo prima articolo, ma prima di lasciarci qualche consiglio utile: il  colore del mobile può certamente variare ma vi suggerisco di usare sempre un colore scuro principale e chiaro per mensole e ante. Volendo, potete aggiungere delle calamite alle antine così da renderle più chiuse (rigorosamente riciclate);

Mi raccomando seguitemi su Youtube e Instagram.

Qui il link per la prima parte del video della realizzazione VIDEO.

Alla prossima!

© 2015/2020 RagusaLife di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01691420887 - C.F. TRBSVT77L03H163D