RICORDIAMO AI NOSTRI UTENTI DI VISIONARE LA COOKIE E LA PRIVACY POLICY - VUOI INSERIRE LE TUE FOTO DI RAGUSA? VISITA LA SEZIONE "RAGUSA A SCATTI"

Balconi d'inverno

Cari amici, spesso mi viene chiesto da clienti e amici, come abbellire il proprio balcone durante i mesi invernali con piante da fiore. La credenza generale, ho visto, è che in inverno non ci siano piante fiorite. Ma non è così. Ci sono diverse piante che possono abbellire le nostre balconate anche in inverno. Due piante da fiore, in particolare, ci permetteranno di rallegrare anche in inverno gli esterni delle nostre case. 

In particolare, due piante da fiore molto resistenti e belle sono il Ciclamino e il Pansè (o Viola cornuta). Si tratta di due piante molto resistenti e di facile gestione ma che sortiranno un meraviglioso effetto colorato date anche le molteplici varietà che si trovano in commercio. 

Vediamo, adesso insieme, qualche consiglio su come prenderci cura di queste piante.

Il Ciclamino: si tratta di una pianta prettamente invernale, infatti resiste molto bene ai freddi inverni, benché bisogna stare attenti alle gelate. Una volta acquistate delle piantine di ciclamino, basta travasarle in un vaso più grande (mi raccomando di usare dell'argilla espansa sul fondo del vaso, per permettere il corretto drenaggio dell'acqua), meglio se di terra cotta, e sistemarle nel punto del nostro balcone o davanzale, che preferiamo. Possono essere sistemate tranquillamente al sole diretto in quanto si tratta di piante che amano la luce. Il ciclamino è una pianta che non ha bisogno di molta acqua, le basta avere il terreno umido, così le innaffiature si rendono necessarie solo quando il terreno comincia a diventare troppo secco. Anche le cure sono minime, basta eliminare le foglie secche e i fiori appassiti per mantenere la bellezza della pianta. Nelle nostre zone, a causa delle temperature primaverili già elevate, la fioritura del Ciclamino comincerà a terminare tra marzo e aprile, anche se sarà possibile che qualche pianta rimarrà fiorita, seppure non abbondantemente, fino a primavera inoltrata. Successivamente resteranno le foglie, fino a quando il caldo eccessivo non favorirà l'essiccamento e, quindi, la morte della pianta. Ovviamente in primavera e in estate, la pianta ha bisogno di maggiori annaffiature. Una volta morta completamente possiamo conservare il vaso in una zona fresca per riprenderlo dopo il mese di settembre. A quel punto cambieremo la terra e inizieremo una nuova innaffiatura e concimazione (la concimazione deve essere migliore nel periodo della fioritura, ogni quindici - venti giorni, usando concimi adatti alle piante da fiore). Poiché sono rimasti i bulbi, questi faranno ripartire il ciclo vitale della pianta, regalandoci un nuovo inverno fiorito.  

   

La Viola cornuta: come anticipato all'inizio, un'altra pianta da fiore che ci aiuterà a mantenere un balcone o un davanzale allegro e colorato anche in inverno è il Pansé o Viola del Pensiero. Si tratta di una varietà della Viola e la cui sottospecie Viola cornuta, è quella che consiglio maggiormente in questi periodi. Anche questa, come il ciclamino, ci assicura fioriture invernali per i nostri spazi esterni. Si tratta di una pianta che fiorisce fino alla primavera seguendo due cicli di fioritura. La prima all'inizio dell'inverno (tra novembre e dicembre) e la seconda è la fioritura primaverile. Questa pianta ha una durata di circa due anni, nei periodi in cui non è fiorita, saranno comunque presenti le foglie verdi. Per questo tipo di pianta vi consiglio di acquistarne diversi vasetti e di inserirli poi, travasandole, diverse piantine, formando dei piccoli gruppi fioriti, anche di diverso colore. In questo modo l'effetto finale sarà davvero piacevole. Per quanto riguarda il travaso, vi consiglio di evitare di mettere troppo terriccio e vasi enormi per piantine piccole, basterà mettere una quantità di terriccio, per piantina, pari a due - tre volte il volume del vasetto in cui è stata acquistata; quindi per ogni piantina, la quantità di due tre vasetti di terra corrispondente. L'innaffiatura, anche in questo caso, non deve essere frequente, basta ogni sette - giorni, evitando ovviamente i ristagni d'acqua, molto pericolosi in quanto favoriscono il marcire della pianta. Come nel caso del ciclamino, anche i Pansé vanno concimati ogni quindici - venti giorni. Questo genere di piante, come dicevo poco sopra, ha una durata di circa due anni, per cui, terminata la fioritura estiva, possiamo continuare comunque a innaffiarla fino all'inverno successivo. 

     

Cari amici, se avete bisogno di consigli e approfondimenti potete venirmi a trovare in negozio, sarò a vostra disposizione. Mi trovate in Largo Camerina al numero quindici. 

© 2015/2020 RagusaLife di Salvatore Tribastone - viale Margherita, 9 - 97100 Ragusa - P.IVA: 01691420887 - C.F. TRBSVT77L03H163D